Dramma greco classico

di Maurizio De Cicco

Dramma greco classico

Dicembre 15, 2020 Cos'è il DRAMMATICO 0

Il dramma occidentale ha origine nella Grecia classica.

La cultura teatrale della città-stato di Atene ha prodotto tre generi drammatici: la tragedia, la commedia e il dramma satiresco. Le loro origini rimangono oscure, anche se dal V secolo a.C furono istituzionalizzate in competizioni tenute come parte delle festività che celebravano il dio Dioniso.

Gli storici conoscono i nomi di molti antichi drammaturghi greci, non ultimo quello di Tespi, a cui viene attribuita l’innovazione di un attore (“hypokrites”) che parla (piuttosto che canta) e impersona un personaggio (piuttosto che parlare nella propria persona), mentre interagendo con il coro e il suo leader (“coryphaeus”), che erano una parte tradizionale dell’esecuzione della poesia non drammatica (ditirambico, lirico ed epico).

Solo una piccola parte del lavoro di cinque drammaturghi è sopravvissuta fino a oggi: abbiamo un piccolo numero di testi completi dei tragici Eschilo, Sofocle ed Euripide, e degli scrittori comici Aristofane e, dalla fine del IV secolo, Menandro.

La tragedia storica di Eschilo I Persiani è il dramma più antico sopravvissuto, anche se quando vinse il primo premio al concorso Dionisie della città nel 472 a.C., scriveva opere teatrali da oltre 25 anni.

La competizione (“agon”) per le tragedie potrebbe aver avuto inizio già nel 534 a.C.; i documenti ufficiali (“didaskaliai”) iniziano dal 501 a.C., quando fu introdotta la rappresentazione del dramma satiresco.

I drammaturghi tragici erano tenuti a presentare una tetralogia di opere teatrali (sebbene le singole opere non fossero necessariamente collegate da storie o temi), che di solito consisteva in tre tragedie e un dramma satirico (sebbene siano state fatte eccezioni, come nel caso di Alcesti di Euripide nel 438 a.C.). La commedia è stata ufficialmente riconosciuta con un premio nella competizione dal 487 al 486 a.C.

Cinque drammaturghi comici hanno gareggiato nella Dionisie (anche se durante la guerra del Peloponneso questo numero può essere stato ridotto a tre), ognuno dei quali offre una sola commedia.

La commedia greca antica è tradizionalmente divisa tra “vecchia commedia” (V secolo a.C.), “commedia centrale” (IV secolo a.C.) e “nuova commedia” (fine del IV secolo – 2 a.C.).

________

FONTE: WIKIPEDIA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.