L’Albero solitario

di Maurizio De Cicco

L’Albero solitario

Settembre 12, 2021 Poesia 0

 

L’albero solitario 

 

Osservi le fasi del Sole

dai quattro punti cardinali.

Ti accorgi che le ombre

non sono tutte uguali.

Non puoi farci niente

nemmeno con effetti speciali.

Sei solo, unico, sul poggio

della Val d’Orcia

incantevole luogo incantato

dove il presente

s’è fermato al passato.

Sei come imprigionato,

allo stesso tempo

affascinato e ammaliato.

Vedi la Stella del mattino,

sorgere, salire,

tramontare, sparire,

per poi ricominciare

a colorare lo spazio

che illumina intorno.

E così ogni giorno,

segnando il tempo

che inesorabile scorre,

come un fiume che non secca mai

nemmeno con la siccità.

Intanto cresci imponente e fiero,

ma sempre solitario.

Se tu fossi un diamante lo capirei,

se tu fossi un albero, come sei,

anche questo lo capirei,

ma essere umano

in mezzo ai suoi simili

potresti, missionario

confuso fra la folla diventare,

ma ciò non significa

che da tutto e tutti

ti devi isolare.

 

Firenze, 6/9/2021 ore 16.02

 

Immagine di Gabriele Forti

https://www.gabrieleforti.it/

 

https://www.pluriversumedizioni.it/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *