Una ruota che gira

di Maurizio De Cicco

Una ruota che gira

Settembre 12, 2021 Poesia 4

 

Una ruota che gira

 

Nel riposo con il sonno del giusto,

dai l’idea di avere conquistato

dopo avere scavallato

e avere fatto ridere di gusto

con le espressioni fatte di colori

i tuoi felici nonni e genitori.

Gli uni si ricordano degli altri,

giovani i primi, bambini i secondi

quando anche loro a ruoli invertiti

avevano scavallato

e si erano divertiti.

L’immagine, lo scatto fotografico,

l’amore e la fantasia

l’innocenza e la tenerezza

delle gambine con le scarpine

fanno sgretolare i cuori più duri,

calmare gli animi più irrequieti

commuovere i più sensibili.

Come si può non provare

gioia nel cuore davanti

a una simile visione

e poi per un litigio tra adulti

coinvolgere le indifese

piccole creature

usando una violenza occulta

che lascia ferite durature?

 

Firenze, 31/8/2021 ore 18.24

 

Immagine: Gabriele Forti

https://www.gabrieleforti.it/

 

https://www.pluriversumedizioni.it/

 

4 risposte

  1. Eliabetta Gasparri ha detto:

    Bella poesia di soave tenerezza ma, aime’, con finale di amarezza!

  2. Rita Polverini ha detto:

    Riflettere..riflettere..e possibilmente aggiustare il tiro…(per i genitori ovviamente)

    • Chiedo scusa per il ritardo della risposta, ma mi era sfuggito questo graditissimo commento. Troppo spesso ho sentito dire: “Tutto quello che non ho avuto io, lo deve avere mio figlio”. Così facendo credo che non si sappia insegnare il vero valore delle cose. E i figli ci marciano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *